Domenica ad Acilia (Roma) la Festa dei Germogli a… Minimo Impatto!

Volantino Festa dei Germogli

Domenica 26 Aprile, presso il Parco dei Germogli (via Bepi Romagnoni snc, ad Acilia), si terrà la Festa dei Germogli 2015, promossa dall’associazione di Volontariato ZOLLE URBANE in collaborazione con le associazioni AGISCO e I Volontari dell’A.Re.Sa.M. del Municipio X di Roma. Sarà un Ecoparty a Minimo Impatto!

Quest’anno l’evento sarà l’occasione per festeggiare insieme a tutto il quartiere l’avvio del progetto “Reti Urbane, Reti Umane”, vincitore del Bando Socialmente 2 finanziato dai Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio CESV – SPES.

In quest’occasione sarà possibile conoscere da vicino il progetto che, durante 12 mesi, permetterà la realizzazione di attività di animazione territoriale, riqualificazione urbana e laboratori educativi nelle scuole.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA:

A partire dalle ore 10.30 insieme all’artista hondureňo Javier Espinal sarà avviata la realizzazione di un grande Mural Collettivo sulla parete che costeggia il Parco dei Germogli.

….Grandi e bambini sono invitati a contribuire regalando il loro tocco di arte e colore al Parco!

Alle 13.30 I Volontari dell’A.Re.Sa.M. organizzeranno un pranzo sociale preparato dalle mamme dell’associazione.

Alle 14:30 si giocherà il Torneo di calcetto misto e aperto a tutti i partecipanti dai 14 anni in su (Per info e iscrizioni al torneo contattare entro il 20 Aprile info@agisco.org o chiamare il numero 333.85 25 780)

Per ulteriori info e contatti: zolleurbane@gmail.com

Caffè take away? C’è più gusto con le tazzine 100% compostabili li trovi su #Ecostoviglie

Kit-CAffè_prova1_big

Minimo Impatto ha una vasta gamma di bicchieri bevande calde: caffè, cappuccino, cioccolate e tè: ad ognuno il proprio bicchiere 100% compostabile e biodegradabile. In cartoncino e PLA o cartoncino e Materbi o doppio strato, bianchi o decorati, potrete selezionare tipologia, misura e quantità sul nostro nuovo portale di Ecostoviglie.

Disponibile una vasta gamma di accessori studiati per le bevande calde come coperchi, vassoi, palette e prese, tutte 100% biodegradabili e compostabili!

Questo slideshow richiede JavaScript.

#EarthDay oggi è la Giornata della Terra! Celebriamola e rispettiamola

terra

L’Earth Day (Giornata della Terra) è la più grande manifestazione ambientale del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia. La Giornata della Terra, momento fortemente voluto dal senatore statunitense Gaylord Nelson e promosso ancor prima dal presidente John Fitzgerald Kennedy, coinvolge ogni anno fino a un miliardo di persone in ben 192 paesi del mondo.

Le Nazioni Unite celebrano l’Earth Day ogni anno, un mese e due giorni dopo l’equinozio di primavera, il 22 aprile.

Nata il 22 aprile 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra. Come movimento universitario, nel tempo, la Giornata della Terra è divenuta un avvenimento educativo ed informativo. I gruppi ecologisti lo utilizzano come occasione per valutare le problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili. Si insiste in soluzioni che permettano di eliminare gli effetti negativi delle attività dell’uomo; queste soluzioni includono il riciclo dei materiali, la conservazione delle risorse naturali come il petrolio e i gas fossili, il divieto di utilizzare prodotti chimici dannosi, la cessazione della distruzione di habitat fondamentali come i boschi umidi e la protezione delle specie minacciate.

L’idea della creazione di una “Giornata per la Terra” fu discussa per la prima volta nel 1962. In quegli anni le proteste contro la guerra del Vietnam erano in aumento, ed al senatore Nelson venne l’idea di organizzare un “teach-in” sulle questioni ambientali. Nelson riuscì a coinvolgere anche noti esponenti del mondo politico come Robert Kennedy, che nel 1963 attraversò ben 11 Stati del Paese tenendo una serie di conferenze dedicate ai temi ambientali.

L’Earth Day prese definitivamente forma nel 1969 a seguito del disastro ambientale causato dalla fuoriuscita di petrolio dal pozzo della Union Oi al largo di Santa Barbara, in California, a seguito del quale il senatore Nelson decise fosse giunto il momento di portare le questioni ambientali all’attenzione dell’opinione pubblica e del mondo politico. “Tutte le persone, a prescindere dall’etnia, dal sesso, dal proprio reddito o provenienza geografica, hanno il diritto ad un ambiente sano, equilibrato e sostenibile”.

Il 22 aprile 1970, ispirandosi a questo principio, 20 milioni di cittadini americani si mobilitarono per una manifestazione a difesa della Terra. I gruppi che singolarmente avevano combattuto contro l’inquinamento da combustibili fossili, contro l’inquinamento delle fabbriche e delle centrali elettriche, i rifiuti tossici, i pesticidi, la progressiva desertificazione e l’estinzione della fauna selvatica, improvvisamente compresero di condividere valori comuni. Migliaia di college e università organizzarono proteste contro il degrado ambientale: da allora il 22 aprile prese il nome di Earth Day, la Giornata della Terra.

La copertura mediatica della prima Giornata Mondiale della Terra venne realizzata da Walter Cronkite della CBS News con un servizio intitolato “Giornata della Terra: una questione di sopravvivenza”. Fra i protagonisti della manifestazione anche alcuni grandi nomi dello spettacolo statunitense tra cui Pete Seeger, Paul Newman e Ali McGraw.

La Giornata della Terra diede una spinta determinante alle iniziative ambientali in tutto il mondo e contribuì a spianare la strada al Vertice delle Nazioni Unite del 1992 a Rio de Janeiro.

Nel corso degli anni l’organizzazione dell’Earth Day si dota di strumenti di comunicazione più potenti arrivando a celebrare il proprio ventesimo anno di fondazione con una storica scalata sul monte Everest in cui un team formato da alpinisti statunitensi, sovietici e cinesi, realizzò un collegamento mondiale via satellite. Al termine della spedizione tutta la squadra trasportò a valle oltre 2 tonnellate di rifiuti lasciati sul monte Everest da precedenti missioni.

Nel 2000, grazie alla diffusione di internet, lo spirito fondante dell’Earth Day ed in generale la celebrazione dell’evento vennero promosse a livello globale. L’evento che ne conseguì riuscì a coinvolgere oltre 5.000 gruppi ambientalisti al di fuori degli Stati Uniti, raggiungendo centinaia di milioni di persone, e molti noti personaggi dello spettacolo come l’attore Leonardo di Caprio.

Nel corso degli anni la partecipazione internazionale all’Earth Day è cresciuta superando oltre il miliardo di persone in tutto il mondo: è l’affermazione della “Green Generation”, che guarda ad un futuro libero dall’energia da combustibili fossili, in favore di fonti rinnovabili, alla responsabilizzazione individuale verso un consumo sostenibile, allo sviluppo di una green economy e a un sistema educativo ispirato alle tematiche ambientali.

Fonte: http://www.earthdayitalia.org

#Acquaforlife Riusciresti a vivere con soli 10 litri d’acqua al giorno? #1DayOn10liters

acqua for life

L’acqua è un bene prezioso indispensabile per la vita sulla terra. In occasione dell’Earth Day, la Giornata della Terra che si celebra in tutto il mondo il 22 aprile, è stata lanciata l’edizione 2015 della campagna internazionale “Acqua for Life”, a sostegno dei bambini e delle comunità che vivono in zone con scarsità d’acqua.

Costa d’Avorio, Ghana, Senegal, Bolivia, Messico, Argentina e Sri Lanka sono i Paesi beneficiari dove Green Cross sta realizzando il progetto “Smart Water for Green School”, costruendo pozzi, sistemi di raccolta dell’acqua piovana e servizi igienici all’interno di complessi scolastici. Solo in Senegal saranno oltre 6.000 gli studenti interessati dagli interventi, come parte di un impegno duraturo di Green Cross Italia in queste zone dove attualmente i bambini, per cercare acqua, devono percorrere in media 3 chilometri al giorno.

I piccoli senegalesi non sono gli unici a non avere accesso all’educazione di base a causa della carenza di acqua. Secondo i dati forniti dall’Unesco durante l’Education World Forum di gennaio 2015, nel mondo ci sono ancora 58 milioni di bambini a cui non viene data un’istruzione, vale a dire uno su dieci.  Ma le disparità non finiscono qui: mentre un europeo consuma in media tra i 100 e i 150 litri di acqua al giorno, nelle zone più fragili dell’Africa si arriva a stento a 10 litri.

Per sensibilizzare al problema Giorgio Armani e Green Cross quest’anno lanciano la sfida #1dayon10Liters, chiedendo di provare a vivere per un’intera giornata soltanto con 10 litri di acqua, un decimo rispetto a quanto siamo abituati a utilizzare.

Blogger, giornalisti e personalità delle diverse nazioni stanno documentando sul web le loro esperienze per richiamare l’attenzione dei propri follower sul tema della scarsità dell’acqua e sull’importanza di avere un accesso sicuro alla risorsa.

Fino al 30 giugno sarà possibile seguire le esperienze degli sfidanti tramite gli hashtag  e sul sito ufficiale http://www.acquaforlife.org.

COMUNICATO STAMPA GREEN CROSS

#ShareEconomy conto alla rovescia per la settimana del Baratto 2015. Ecco come fare una vacanza gratis in un B&B

settimana baratto

Sono tanti i B&B disponibili a barattare un soggiorno, da concordare, in cambio di quadri per arredare le pareti di casa. Ma anche lavoretti, marmellate, servizi. Una bellissima iniziativa. Nei Bed & Breakfast in Italia, come a casa di chiunque, serve sempre qualcosa e quel qualcosa probabilmente tu lo saprai fare! La share economy avvicina le persone. Ecco l’elenco :-)  bit.ly/QuadriBaratto

puliamoilmondo

Puliamo il mondo! Non è mai troppo presto per segnarsi all’edizione 2015

puliamoilmondo

E’ on line il nuovo sito di Puliamo il Mondo.  L’appuntamento torna puntuale, come ogni anno, l’ultimo weekend di settembre.
Per dare un’occhiata > http://www.puliamoilmondo.it/

Perchè aderire a Puliamo il Mondo?

Perchè questo nostro Paese ad ogni angolo ci parla di bellezza, e Puliamo il Mondo ci ricorda che tenerlo pulito è un gesto d’amore che valorizza ciò che abbiamo. Puliamo il Mondo con un semplice gesto aiuta a rinsaldare il rapporto tra l’ambiente e i cittadini, restituendo bellezza alla piazza, al parco, al fiume, alla spiaggia delle nostre città, perchè la bellezza è frutto anche della cura della comunità.

Puliamo il Mondo in tanti per fare l’Italia più bella!

Per aderire a Puliamo il Mondo 2015 registrati nella tua categoria di appartenenza.

È possibile aderire a Puliamo il Mondo compilando ed inviando via fax o email la scheda di adesione, oppure aderire online. Sei un circolo Legambiente? Sei un ente? Sei una scuola? Sei un’azienda? Sei un cittadino? Per qualsiasi informazione il Coordinamento Nazionale di Puliamo il Mondo è a tua disposizione al numero 02 97699327-328 oppure scrivi una mail a puliamoilmondo@legambiente.org

Party a @MinimoImpatto ecco i poster per raccontare la tua #Ecofesta e il tuo impegno per l’ambiente

stai mangiando con ecostoviglie a minimo impatto

Organizzi un evento o un party a Minimo Impatto? Clicca sull’immagine per scaricare tutti i nostri poster e raccontare ai tuoi ospiti l’ecosostenibilità di piatti, stoviglie e bicchieri e di come sia semplice realizzare un’ecofesta.

Condividere le proprie scelte ecosostenibili, far scoprire che un nuovo mondo è possibile se realizzato tutti assieme è un messaggio universale!

Box, tovaglioli, pirottini e tanto altro per una pasticceria A Minimo Impatto!

collage dolci

L’occhio vuole la sua parte. E le pasticcerie, a giudicare dalle vetrine degli ultimi anni, questo lo sanno. Ovviamente senza mai dimenticare il sapore… da leccarsi le dita. Se dei dolci non rimane niente, solitamente restano carte, scatole e tovaglioli. Oggi, grazie all’ampio catalogo di Minimo Impatto, si possono scegliere 100% compostabili, amici dell’ambiente. Vi invitiamo a scoprire i contenitori, i pirottini, i tovaglioli e tanto altro ancora nel nostro portale Ecostoviglie.

Caffè, cappuccino o cioccolata con panna? Quando gusto e bicchiere sono ecosostenibili

banner ecobicchieri

Minimo Impatto ha una vasta gamma di bicchieri bevande calde: caffè, cappuccino, cioccolate (meglio se con panna e granella di nocciole!) e tè: ad ognuno il proprio bicchiere 100% compostabile e biodegradabile. In cartoncino e PLA o cartoncino e Materbi o doppio strato, bianchi o decorati, potrete selezionare tipologia, misura e quantità sul nostro nuovo portale di Ecostoviglie. Ottimi per le feste all’aperto,  matrimoni inclusi

Disponibile una vasta gamma di accessori studiati per le bevande calde come coperchi, vassoi, palette e prese, tutte 100% biodegradabili e compostabili!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ami le nostre coste e i nostri fiumi? Ecco il concorso fotografico di Legambiente e Ordine degli Architetti!

concorso legambiente architetti

Quasi 7500 chilometri di litorali e oltre 1200 fiumi, il rapporto tra acqua e paesaggi costieri in Italia costituisce non solo un patrimonio ambientale unico, ma custodisce anche una parte importante dell’identità italiana, della sua storia e memoria collettiva, in continua trasformazione. I cambiamenti avvenuti in questi territori negli ultimi decenni sono molto rilevanti e in larga parte poco conosciuti e studiati.

Il Concorso “Coste e Fiumi – paesaggi in mutazione” promosso da Legambiente e il Dipartimento di Rigenerazione Urbana dell’Ordine degli Architetti di Roma, nell’ambito della terza Biennale dello Spazio Pubblico, invita fotografi professionisti o dilettanti a raccontare attraverso immagini questi particolari territori.

BANDO DI PARTECIPAZIONE > QUI
SCHEDA DI ADESIONE >QUI 

L’autore della foto vincitrice del Concorso riceverà un premio di €700, l’autore della foto seconda classificata riceverà un premio di €300.
Le foto selezionate ed i nomi dei vincitori saranno inoltre pubblicate sul sito di Legambiente e su quello dell’Ordine degli Architetti di Roma. La mostra fotografica diventerà poi itinerante per tutti i circoli di Legambiente, Istituzioni ed Associazioni che ne faranno richiesta.

Gli autori dovranno presentare le immagini entro il 20 aprile 2015

La partecipazione è gratuita e aperta a tutti i fotografi professionisti o dilettanti, senza restrizioni di età e nazionalità.

Fonte: Legambiente