Soul Fruit Locale Bio Vegan Take Away tutto da gustare

soul fruit

Raccontare storie a… Minimo Impatto è la nostra passione. Tra i nostri eco amici oggi abbiamo scelto di raccontarvi si Soul Fruit, accogliente locale Bio Vegan take away che si trova a Sarnico (BG), più esattamente a piazza XX Settembre n. 24. “In questo locale – ci raccontano Luca e Marina – produciamo in modo artigianale zuppe, primi e secondi piatti, contorni e dolci, tutto vegano”. Da non perdere poi, i frullati con latte vegetale, centrifugati, le tisane ed altre bevande calde d’asporto realizzati con materie prime biologiche e che sono ottimi per accompagnare pranzi e cene o per gustosissime colazioni e merende. E’ possibile mangiare direttamente a Soul Fruit, nel plateatico o a portar via. “I confezionamenti che utilizziamo per l’asporto e per il consumo sul posto dei nostri prodotti sono tutti biodegradabili. Siamo certi che questa scelta ecosostenibile è una delle tante strade per aiutare il nostro pianeta e Minimo Impatto ci fornisce una vasta scelta dove possiamo trovare contenitori,stoviglie, bicchieri,shopper e tanto altro per personalizzare la nostra eco attività.

Soul Fruit, una gustosa e splendida realtà da andare a trovare ed assaporare. Ecco la pagina Facebook:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Domani al via su Rai3 @ScalaMarcalli! Imperdibile

scalaMERCALLI

Parte domani #ScalaMercalli programma condotto da Luca Mercalli e che racconterà il delicato equilibrio del nostro Pianeta. Ecco il testo di presentazione

Viviamo in un mondo popolato da oltre sette miliardi di esseri umani, sempre più complesso e vulnerabile. Le crisi ambientali e l’esaurimento delle risorse naturali, annunciate oltre quarant’anni fa dal Rapporto sui Limiti della crescita del Club di Roma, cominciano a  verificarsi: cambiamenti climatici, eventi estremi, sovrasfruttamento degli oceani e delle foreste, inquinamento, rifiuti, cementificazione.

Ma le soluzioni sostenibili esistono già: economia circolare, riciclo degli scarti, energie rinnovabili, agricoltura sostenibile, una nuova filosofia di vita per le donne e gli uomini di domani. L’informazione scientificamente corretta ma comprensibile a tutti è la chiave di questa rivoluzione globale sempre più urgente. Senza consapevolezza non siamo forti né come individui né come collettività.   Scala Mercalli è il nuovo programma di Rai3 che andrà in onda, a partire da sabato 28 febbraio, dal Centro Multimediale “Sheikh Zayed” della F.A.O.: l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura. Sarà condotto per sei settimane, dal 28 febbraio al 4 aprile, dal climatologo Luca Mercalli, presidente della Società Meteorologica Italiana e volto storico del programma di Fabio Fazio “Che tempo che fa”.  Mercalli parlerà della profonda  crisi ambientale del nostro pianeta, ormai quasi al collasso, in una prima serata televisiva come quella del sabato che nella linea editoriale di  Rai3 è  tradizionalmente destinata alla divulgazione scientifica.   Documentari originali da tutto il mondo – dai ghiacci delle Ande alle megalopoli cinesi – e grandi ospiti del mondo scientifico per approfondire temi quali i cambiamenti climatici, le risorse energetiche fossili e rinnovabili, la gestione dei rifiuti, l’uso del territorio e la vulnerabilità agli eventi estremi, la protezione civile e l’agricoltura sostenibile. Oltre a raccontare con l’aiuto di scienziati e ricercatori i diversi gradi di questa crisi e l’esaurimento delle risorse naturali, Luca Mercalli informerà il pubblico anche delle possibili soluzioni tecnologiche e delle risorse culturali che già esistono per potere invertire questa tendenza: dalla politica energetica della Danimarca, ad esempio, agli orti del Marocco che strappano terra al deserto.

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-e1a05896-8032-4ea4-8a6c-0b6c1cbdd551.html?iframe

 

Immagini per la Terra 2015. Manca poco alla scadenza del concorso!

logo_perunpugnodisemi

Torna il concorso IMMAGINI PER LA TERRA:

PER UN PUGNO DI SEMI”

Cibo, ambiente e stili di vita verso Expo 2015

Adottare buone pratiche alimentari, scoprire come le nostre scelte quotidiane possono influenzare il benessere di Paesi lontani e individuare azioni per la protezione e la valorizzazione della biodiversità. Sono alcuni degli obiettivi per studenti e insegnanti che parteciperanno alla XXIII edizione del concorso nazionale “Immagini per la terra, iniziativa di educazione ambientale promossa da Green Cross in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e con il supporto di Acqua Lete.

Seguendo il tracciato indicato dall’Expo di Milano 2015 Nutrire il Pianeta, energia per la vita”, Green Cross mette al centro della riflessione l’alimentazione sana e sostenibile e sceglie come titolo per l’anno scolastico 2014/2015 “Per un pugno di semi”. Perché questi minuscoli quanto preziosi tesori sono sempre più a rischio, al centro di speculazioni e battaglie, guerre burocratiche e legali, economiche e finanziarie.

Basta dare un’occhiata ai dati. Si stima che esistono circa 10.000 specie vegetali adatte all’alimentazione umana e all’agricoltura. Oggi se ne commercializzano poco più di 120, dodici delle quali coprono circa l’80% del fabbisogno alimentare mondiale. Secondo la FAO, anche questo numero è in calo: abbiamo già perso più del 75% della biodiversità delle sementi per colpa delle monocolture e delle pratiche industriali. E le previsioni per il futuro non sono tranquillizzanti. Si prevede che entro il 2055 a causa dei cambiamenti climatici scompariranno tra il 16 e il 22% dei parenti selvatici di colture importanti come arachidi, patate e fagioli, che costituiscono il cibo delle comunità locali.

Sono dati che testimoniano l’importanza di tutelare la biodiversità e al tempo stesso venire incontro all’esigenza, sempre più sentita, di mangiare cibi sani, privi di alterazioni e veleni. Dagli orti urbani alle piccole aziende, dai gruppi di acquisto solidale alle fattorie biologiche, la sfida per un futuro eco-sostenibile passa attraverso questi modelli di sviluppo. E con Green Cross anche le nuove generazioni potranno fare la loro parte, partecipando con la propria scuola e inviando articoli, reportage, inchieste, fotografie, spot e brani musicali che promuovano un consumo responsabile dei prodotti, delle risorse e del territorio.

In palio un premio in denaro per ogni istituto vincitore, che potrà essere impiegato a sostegno di iniziative ambientali nel nostro o in altri Paesi, contribuendo ad affermare un diritto al cibo che sia davvero di tutti.

[Comunicato Stampa]

#Expo2015. A tavola con l’ecosostenibilità

Expo2015

Conto alla rovescia a Milano per l’Expo 2015. Aprirà i battenti il Primo Maggio e sale l’attesa in Italia e non solo. Il titolo di questa edizione della rassegna internazionale -“Nutrire il pianeta, energia per la vita” – e racchiude in se stesso un messaggio di sostenibilità sarà un valore fondante dell’evento con particolar riguardo all’alimentazione – cibo, bevande, catering – e tutto ciò che è connesso a questo ambito.

Tra le sfide portate avanti dall’Expo, infatti, vi sono le politiche di riduzione dei rifiuti che, per piatti, bicchieri e posate, si traducono nella scelta di favorire prodotti riutilizzabili e, ove ciò non sia possibile, prodotti compostabili secondo la normativa EN 13432.

Minimo Impatto ha realizzato uno speciale Eco Expo che potete leggere qui. Se invece siete interessati a piatti, bicchieri, stoviglie (anche personalizzati) 100% compostabili per l’expo, consultate Ecostoviglie.com

Il #GreenAct che serve all’Italia. La Campagna di #Legambiente

greenactslide

Il premier Renzi ai primi di gennaio ha anticipato che il Governo avrebbe dedicato il mese di marzo alla messa a punto di interventi per dare nuovo impulso allo sviluppo green dell’economia. Un’occasione per individuare le misure che davvero  possono aprire prospettive importanti alla politica industriale nel Paese.

Per questo Legambiente ha deciso di sottoporre al confronto con i diversi interlocutori politici, imprenditoriali e sociali un contributo che vuole segnalare alcune direzioni di marcia e proporre delle misure concrete che potrebbero immediatamente essere approvate e contribuire a sbloccare il paese.

Un programma di uscita dal declino, che a partire dalla mitigazione e dall’adattamento ai cambiamenti climatici apre le porte all’innovazione tecnologica, alla riorganizzazione del settore energetico con apertura di nuove filiere (con la necessità di accompagnare socialmente la transizione), alla trasformazione profonda delle città e dei sistemi di trasporto, alla messa in sicurezza del territorio, creando nuovi prodotti, diversi consumi, aprendo spazi per la ripresa dell’occupazione.

Il Green Act che serve all’Italia

26 febbraio dalle 10 alle 14 Sala caprinichetta – P.zza Montecitorio – Roma

 

Premio Innovazione Amica dell’Ambiente. Ecco come partecipare!

premio innovazione amica ambiente

Il Premio è un riconoscimento nazionale rivolto all´innovazione di impresa in campo ambientale.

Viene attribuito a innovazioni di prodotto, di processo, di servizi, di sistema, tecnologiche e gestionali, realizzate o in stato di realizzazione avanzata, che abbiano dimostrato di contribuire a significativi miglioramenti orientati alla sostenibilità ambientale e che si segnalino per originalità e per potenzialità di sviluppo, anche in relazione alle specificità territoriali.

Cliccate qui per leggere il bando e le info su questo bellissimo premio

Ancora pochi giorni per partecipare

La lista bebé per la nascita o il battesimo? A… @MinimoImpatto ! #EcoPannolini, Cuscini allattamento, fasce e tanto altro

listabebe

Per la nascita o feste quali il battesimo, sempre più genitori preferiscono ‘consigliare’ amici e parenti per ricevere i regali più adatti ai loro bambini. Oggi gli ecogenitori hanno una possibilità in più! Realizzare la loro lista bebè!

Scegliete i vostri prodotti, ce li segnalate e noi faremo la lista. Ogni ‘regalo’ che riceverete sarà un ‘buono’ del corrispondente valore per ricevere ciò che vi serve, evitando doppioni o regali non adatti al vostro pargolo!

I VANTAGGI DELLA TUA LISTA NASCITA DA MINIMO IMPATTO

1) I regali ricevuti saranno solamente virtuali. Finché non ordinerai i prodotti potrai cambiare idea ed evitare doppioni o cose che non ti serviranno .

2) Grazie a un codice potrai far sì che i tuoi amici e parenti possano chiedere direttamente a Minimo Impatto la lista Bebé con tutto quello che avrai scelto!

3) Si potrà ordinare comodamente on line via mail e confermare l’ordine pagando con il sistema che si preferisce (paypal, carta di credito, bonifico o in sede da Minimo Impatto).

4) Potrai farti consigliare da uno staff di ecoesperti, tuoi consulenti assolutamente gratuiti!

5) Alla scadenza della lista (che dura fino a 12 mesi dall’apertura) riceverai un ulteriore buono da utilizzare presso Minimo Impatto. Se avrai ricevuto regali per un valore fino a 300 euro, riceverai un buono pari al 5%. Tra i 301 euro e i 700 euro un buono pari all’8% e per un totale di regali superiore, un buono pari al 10%. Tale buono sarà utilizzabile nei 12 mesi successivi.

6) La prima consegna sarà gratuita. E avrai diritto a tante consegne gratuite quanti multipli di 200 euro (es. ricevi regali per 400 euro, potrai comodamente chiedere un invio parziale di prodotti e uno successivo, entrambi con spese di spedizione incluse).

ESEMPIO DI LISTA BEBE’

CONTINUA A LEGGERE SUL SITO DI MINIMO IMPATTO PER AVERE ULTERIORI INFORMAZIONI E DETTAGLI! 

Party a @MinimoImpatto ecco i poster per raccontare la tua #Ecofesta

stai mangiando con ecostoviglie a minimo impatto

Organizzi un evento o un party a Minimo Impatto? Clicca sull’immagine per scaricare tutti i nostri poster e raccontare ai tuoi ospiti l’ecosostenibilità di piatti, stoviglie e bicchieri e di come sia semplice realizzare un’ecofesta.

Condividere le proprie scelte ecosostenibili, far scoprire che un nuovo mondo è possibile se realizzato tutti assieme è un messaggio universale!

Buon compleanno Protocollo di Kyoto.

loveKYOTO

Se non si arrestano i cambiamenti climatici, qualunque altra battaglia è già perduta. Oggi ricorrono i 10 anni del protocollo di Kyoto. Su RaiRadio3 oggi alle ore 14 e subito dopo in podcast.http://tinyurl.com/rairadio3kyoto

Il 16 febbraio 2005 entra in vigore il protocollo di Kyoto

Con Marco Gisotti
Repertorio:

– GR1 notizia dell’entrata in vigore del protocollo di KYOTO – 16 febbraio 2005 Archivio RADIO RAI;
– Frammenti da Una scomoda verità (An Inconvenient Truth), film-documentario sul problema mondiale del riscaldamento globale, diretto da Davis Guggenheim  e avente quale protagonista Al Gore;
– brano musicale Alone in Kyoto – AIR;
– frammento da TGR Leonardo novembre 2007 – Fallimento del protocollo di Kyoto in Italia – Archivio RAI;
– Verso il grande caldo – Specialmente sul 3 1988 – testimonianza di S. Manabe – laboratorio di Geofisica – Università di Princenton – Archivio RAI.

Fonte immagine Unfccc Facebook

#GreenPeople Alla scoperta di #Verdevero. Intervista a Fabrizio Zanetti, ideatore della linea di detergenti che trovi su Ecostoviglie

collageaminimoimpatto

Fabrizio Zanetti è il creatore di VerdeVero, linea di eccellenti eco-bio prodotti per la detergenza della famiglia di Minimo Impatto. Ne volete sapere qualcosa di più? Ecco l’intervista che gli abbiamo realizzato qualche mese fa e che vi riproproniamo con piacere

Come e da cosa nasce l’idea di creare la linea VerdeVero.it?

La mia vita, da cinque anni a questa parte, ha subito una trasformazione radicale che è ancora in atto, e tutto è partito dai detersivi. Anzi, dalle dermatiti mie e del mio bambino, ormai quattro anni fa. Sono nel settore della detergenza da 15 anni, commercializzavo e commercializzo tutt’ora accessori per la pulizia su grande scala: poi ho iniziato a soffrire di pruriti, dermatiti e quant’altro, insieme a me Angelo – mio figlio – e mio padre. Mi sono informato, ho studiato e mi si è aperto un mondo: ho deciso di buttare tutto quello che avevo in casa, prodotti per l’igiene personale e casalinga commerciali e dagli Inci – oggi che ho aperto gli occhi – intollerabili; prodotti contenenti ingredienti tossici, malsani, che inquinano la persona e l’ambiente. In sintesi, ho deciso di dare anche io il mio contributo, fondando VerdeVero.it, un progetto incentrato sulla sostenibilità, sull’equità, sulla salute umana.

Perché sono davvero Verdi i detersivi della linea?

Perché i nostri detersivi sono formulati a partire da ingredienti di origine vegetale, come olio di oliva e di colza: tutti i nostri ingredienti sono consultabili nella sezione ‘Biodizionario’ http://www.verdevero.it/shop/content/43-biodizionario del nostro sito. La linea VerdeVero.it è volutamente ridotta, solo 7 detersivi, gli essenziali per garantire una corretta igiene in casa: ridotti al minimo anche gli ingredienti, in formulazione vi sono quelli per garantire efficacia lavante, come hanno dimostrato i test di performance brillantemente superati e riconosciuti dalla certificazione Icea Eco-Detergenza. Dalla formulazione abbiamo anche tolto il profumo, per chi desidera gli oli essenziali biologici VerdeVero.it possono piacevolmente conferire al detersivo un vero profumo di pulito! I nostri sono detersivi verdi veri anche perché gli ingredienti sono reperiti più vicini possibile al luogo di produzione e perché quella che facciamo è comunicazione ecologica ed etica, priva di slogan o parole a effetto che poi non collimano con la realtà del prodotto.

La linea è Cruelty Free? Ovvero senza elementi testati sugli animali e senza elementi di derivazione animale?

Sì, tutti i nostri detersivi sono assolutamente e volutamente Cruelty Free: questa nostra scelta è stata sigillata dalla certificazione Lav – Lega Anti Vivisezione che è con noi dall’inizio.

Qual è il prodotto di cui è più orgoglioso?

Il detersivo per piatti: ogni giorno, lavando i piatti a mano, mi rendo conto di quanto sia buono ed efficace!

Quale il prodotto che ritiene che non possa mai mancare in casa?

Sicuramente il nostro Multiuso all’Ossigeno Attivo: il nome svela già il perché. Questo prodotto è decisamente istrionico! Lo si può aggiungere al detersivo per bucato, azionare il lavaggio a 40 gradi per garantirsi un bucato igienizzato e bianco grazie al percarbonato presente in formulazione. È ottimo per pulire il bagno, la ceramica in generale, le piastrelle, i vetri, la cucina e i pavimenti fatta eccezione del legno e cotto. Insomma è un prodotto che nelle case non dovrebbe mai mancare!

C’è un prodotto che ti manca ancora e che vorresti riuscire a realizzare?

Sì, il detersivo lavastoviglie per i macchinari industriali, che permetterebbe anche a scuole, ristoranti, hotel, agriturismi di entrare nel mondo dei detersivi ecologici. L’impatto che queste strutture hanno sull’ambiente non è assolutamente da sottovalutare ed è per questo che un buon prodotto industriale ed ecologico per lavastoviglie davvero sarà uno dei miei progetti futuri!

Fabrizio Zanetti, 35 anni, nato a Bassano del Grappa, opera nel settore della detergenza da 15 anni. Nell’agosto 2011 nasce VerdeVero.it la linea di detersivi ecologici che lavano davvero nata dalla spinta etica dell’imprenditore.