Filastrocche su Misura. Ed è subito allegria…

Il nostro amico Andrea Giongo ci ha scritto, inviandoci alcune bellissime filastrocche. Leggerle di prima mattina ci ha messo sprint e allegria.

Ne abbiamo scelta una che condividiamo con voi.andrea giongo

IL VIAGGIO DEI VIAGGI

Oggi, come per magia,
voglio andare a un’agenzia
e lo sai cosa prenoto?
Un bel viaggio nell’ignoto!

E va bene, ho un po’ paura…
però poi sai che avventura?
Lì potrò mettere in atto
quello che non ho mai fatto,

prender parte a mille storie
senza tratte obbligatorie
ma per i sentieri nuovi
che aprirò dovunque provi.

Andrea è l’autore e il poeta dei nostri biglietti da visita di auguri personalizzati

 

L’evento è green? Raccontalo anche tramite i social #MinimoImpatto

USA HASHTAG MINIMO IMPATTO

I social network sono strumenti fondamentali per la comunicazione sia che si tratti raccontare la storia di un’azienda, gli aspetti virtuosi di un prodotto o far vivere (e non solo raccontare) un evento. Anche noi come Minimo Impatto, ad esempio, quando partecipiamo agli eventi (solitamente Fiere) cerchiamo di fare la nostra parte con un tweet, una foto su instagram o qualche news su Facebook così al contempo raccontiamo con gli stessi strumenti se un appuntamento (sagra o party che sia) è a Minimo Impatto. “Inseguiamo” e rilanciamo anche la comunicazione realizzata da altri per far sapere che il loro evento è a #MinimoImpatto (utilizzate anche voi l’hashtag su Twitter e Instagram e vi rilanceremo sui nostri canali social) perché l’unione fa la sostenibilità🙂

Siete anche voi curiosi su come impostare una campagna di comunicazione 2.0? Sulla rete vi sono tanti strumenti per saperne di più, molti dei quali gratuiti. Ve ne suggeriamo uno appena uscito.

Per raccontare i “trucchi” di una efficace comunicazione social, le giornaliste e socie FIMA Veronica Caciaglie Letizia Palmisano (componente del direttivo FIMA) hanno realizzato un e-book che vi consigliamo. Si può ricevere gratuitamente l’ebook iscrivendosi sul sito GreenTandem.it.
L’ebook gratuito è un estratto del libro “I social Network per gli eventi: il libro che ti spiega come comunicare un evento tramite i social“.

“Può trattarsi della presentazione di una nuova campagna, una fiera di settore o una due giorni di formazione:la comunicazione sui social network di un evento è divenuta una parte importante della strategia comunicativa”, spiegano Letizia e Veronica.

“A un occhio inesperto, può sembrare che la comunicazione social, in quanto veloce e immediata, sia elaborata interamente durante l’evento. In realtà è come una Prima alla Scala: chi assiste, sente e vede solamente chi sta sul palco e l’orchestra e forse fugacemente qualche assistente di regia; ma il lavoro che precede lo spettacolo è invece molto imponente. Allo stesso modo, è la preparazione di un evento la chiave del successo di comunicazione tramite i social”.

Noi vi auguriamo una buona lettura e vi riproponiamo un video RAI che parla proprio di noi e della nostra passione (e professionalità…) per la Comunicazione

https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fminimoimpatto.page%2Fvideos%2F10154777829964918%2F&show_text=0&width=560

A Roma presentato il Green Drop Award 2016 con una festa a #MinimoImpatto

green drop award 2016

Presentata a Roma la quinta edizione del Green Drop Award, il premio che verrà assegnato al film che meglio interpreta la sostenibilità tra quelli in gara alla 73a Mostra del Cinema di Venezia. Torna anche il “Green Day” che si svolgerà al Lido di Venezia e che affronterà le tematiche ambientali nel cinema con workshop e seminari. La premiazione avverrà il 9 settembre, tra i giurati Simona Izzo e Ricky Tognazzi.

L’evento di presentazione si è tenuto a Roma ed è stata una meravigliosa serata tra cultura, cinema, ambiente e solidarietà. Non poteva mancare un tocco di… Minimo Impatto con le nostre ecostoviglie.

L’ambiente torna ad essere protagonista alla 73a Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia con il Green Drop Award, il premio che Green Cross Italia assegna al film, tra quelli in gara nella selezione ufficiale del Festival, che meglio interpreta i valori dell’ecologia, dello sviluppo sostenibile e della cooperazione fra i popoli.

Tante le novità di questa quinta edizione del Green Drop Award, che tingerà di verde il Lido di Venezia dal 31 agosto al 10 settembre. In particolare, ad accendere i riflettori della sostenibilità su Venezia, sarà il Green Day: la giornata del 7 settembre sarà infatti interamente dedicata ad affrontare le tematiche ambientali attraverso l’arte cinematografica con workshop, incontri e seminari cui prenderanno parte professionisti del settore, personaggi del mondo del cinema, della cultura, dell’architettura e della scienza. Lo scorso anno, ad aprire il Green Day fu Alfonso Cuaròn, regista premio Oscar nel 2014 e presidente di Giuria di Venezia 2015.

Queste alcune anticipazioni annunciate da Marco Gisotti, direttore del premio, durante la serata di presentazione ufficiale svoltasi a Roma presso l’aula magna del Dipartimento di Architettura dell’Università di Roma 3, con la proiezione del film vincitore del Green Drop Award 2015 “Behemoth” di Zhao Liang.

La serata ha visto la partecipazione, tra gli altri, dell’architetta Chiara Tonelli, docente del Dipartimento di Architettura di Roma Tre e vincitrice dell’olimpiadi dell’edilizia sostenibile a Versailles con il Solar Decathlon 2014, e di Francesca Andreoli, Responsabile nazionale di Tempesta film, la prima casa di produzione italiana ad aver adottato cinque anni fa un disciplinare per la sostenibilità nel cinema.

“Quest’anno il Green Day di Venezia si fa ancora più ricco”, afferma Gisotti, anticipando che tra i giurati del premio ci saranno Ricky Tognazzi e Simona Izzo. Ancora da svelare i nomi degli altri membri della giuria e, in particolare, il trofeo 2016, la “goccia d’acqua” soffiata dai maestri vetrai di Murano che, dopo aver raccolto negli anni passati la terra del Brasile, dell’Antartide, dell’Egitto e del Senegal, avrà quest’anno una valenza di particolare importanza legata anche all’enciclica “Laudato sii”, dedicata alla difesa del creato. Il Green Day sarà inoltre arricchito dal primo seminario di Cinema Verde, svolto in collaborazione con la Federazione Italiana dei Media Ambientali (FIMA), sulle tecnologie e i materiali verdi per il cinema e sui temi della sostenibilità nella cinematografia italiana e straniera.

“Come tutti gli anni le nostre iniziative a Venezia, come questa di Roma, sono finalizzate alla raccolta fondi per i nostri progetti di cooperazione per lo sviluppo e la difesa dell’ambiente”, spiega Elio Pacilio, presidente di Green Cross Italia. “L’edizione 2016, in particolare, punta ad acquisire i fondi necessari per la realizzazione di tre pozzi per l’acqua potabile a Mbane in Senegal, dove da tempo noi siamo impegnati”.

Il Green Drop Award, già vinto nelle edizioni passate da “La quinta stagione” di Peter Brosens e Jessica Woodworth (2012), “Ana Arabia” di Amos Gitai (2013), “The postman’s white nights” di Andrei Konchalovsky (2014) e “Behemoth” di Zhao Liang (2015), quest’anno sarà assegnato venerdì 9 settembre.

Volete vedere tutte le foto dell’evento? Cliccate qui!

Giovani giornalisti ambientali crescono. Ecco il premio per gli Under 18

pc computer

Legambiente Circolo Città Futura lancia la VII edizione del Premio Giornalistico “Oltre le righe” dedicato a Lidia Giordani, giornalista con la passione per l’economia e l’ambiente scomparsa troppo presto, all’età di 35 anni, dopo una breve e terribile malattia.

GLI INTENTI DEL PREMIO GIORNALISTICO LIDIA GIORDANI, LE NOVITÀ

Lidia Giordani, socia di Legambiente, ha condiviso con l’associazione il progetto “Oltre le Righe” che ha l’obiettivo di portare sul territorio romano eventi culturali e occasioni di confronto. Lidia, umanamente e professionalmente è stata una persona appassionata, versatile, scrupolosa e combattiva: un punto di riferimento che va promosso e valorizzato. Il Premio Giornalistico intitolato a suo nome, pertanto, intende ricordarla con il sostegno a giovani che vogliono approcciarsi al mondo del giornalismo, in particolare a quello attento alle tematiche ambientali. Fino ad oggi il premio è stato riservato a donne under 35 ma in questa edizione c’è una novità: il premio quest’anno sarà co-promosso con il Liceo Francesco d’Assisi di Roma, in particolare con la classe 3° C. Proprio dal confronto con gli studenti nasce l’dea di riservare il premio a ragazze e ragazzi under 18 o frequentanti le classi secondarie degli istituti di secondo grado. Un modo per dare un’occasione ai giovanissimi spesso pieni di idee ma che non trovano sostegno al loro entusiasmo.

lidia giordani 2016

CHI ERA LIDIA GIORDANI

Formatasi presso l’Istituto per la formazione al giornalismo ‘Carlo De Martino’ di Milano dopo essersi laureata in Lettere alla Sapienza nel 1997, Lidia è stata collaboratrice dell’Adnkronos nel settore economico e politico e una volta approdata alla Dire ha curato il settore economico del notiziario con dedizione e originalità. Giornalista parlamentare, dopo gli inizi romani alla rivista “La Sesta”, ha collaborato presso l’Ansa, “il Messaggero” e diverse testate radiotelevisive, tra le quali Radio Blu Sat 2000 e Rtl 102.5. Ha svolto stage presso il Tg3 nazionale a Milano e collaborato con il settimanale “Donna Moderna”, il settimanale della Mondadori “Tu”, al mensile Jack, “Vespina edizioni”. Ha firmato speciali del “Sole 24 Ore” del Nord Est e del Centro Nord e per il mensile di “Milano Finanza”, “M”. Si è anche occupata del sito di informazione ambientalista e di sviluppo sostenibile “I Am”.

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

Ragazze e ragazzi under 18 o frequentanti le classi secondarie di secondo grado.

COME PARTECIPARE

Per partecipare è necessario inviare:

– Curriculum

– Uno scritto di minimo 3.500 battute – massimo 6.000 sul tema:

“Il volontariato per cambiare: ambiente, diritti e integrazione. L’impegno civico che fa più giusta l’Italia“.

– Scheda di partecipazione (in allegato).

I documenti possono essere inviati, via email: cittafuturacircolo@gmail.com oppure via posta (farà fede la data di invio) a: Segreteria del Premio Giornalistico Lidia Giordani, presso Studio Legale Sterpetti, Corso Trieste, 85, 00198, Roma, telefono 0637353185, telefax 0683395105, cellulare 3477334494, entro e non oltre il 30 settembre 2016.

I PREMI*

Primo Premio

Un’opera a carattere ambientale del pittore Carlo Efisio Marrè Brunenghi, un tablet, un abbonamento a La Nuova Ecologia.

Secondo Premio

Un tablet e un buono libri di €50 in una nota libreria.

Terzo Premio

Un tablet.

Premio speciale “La Nuova Ecologia”

Direttore per un mese: l’autrice o l’autore dell’articolo prescelto affiancherà il Direttore de La Nuova Ecologia nel lavoro di coordinamento della redazione della rivista ecologista.

*I premi e i riconoscimenti potranno essere implementati nei prossimi mesi fino a scadenza bando.

VINCITRICI/VINCITORI

Saranno annunciati i nomi entro la metà di ottobre 2016.

LA GIURIA

La giuria è composta da: Marco Fratoddi, direttore la Nuova Ecologia (Presidente); Anna Laura Bussa, Ansa; Fabio Rosati, Ufficio Stampa della Camera dei Deputati; Milena Dominici, capo Ufficio Stampa di Legambiente; Letizia Palmisano, giornalista ambientale; un rappresentante del Direttivo dell’Associazione Stampa Parlamentare.

PROMOTORI

Organizzato da: Legambiente Circolo Città Futura e dalla 3°C del Liceo Francesco d’Assisi di Roma.

In collaborazione con: Legambiente Onlus, La Nuova Ecologia, Studio Legale Sterpetti, Premio Giornalistico Laura Conti

PATROCINI

Associazione Stampa Parlamentare. È stato richiesto il patrocinio alla Presidenza della Camera dei Deputati.

MEDIA PARTNER

La Nuova Ecologia

CREDITS

Premio Giornalistico Lidia Giordani

Sede: Legambiente Circolo Città Futura,

Telefoni: 347.7334494, 347.9030721, 349.4598080

Segreteria del Premio Giornalistico Lidia Giordani: Studio Legale Sterpetti,

Corso Trieste, 85, 00198, Roma, telefono 0637353185, telefax 0683395105

Email: cittafuturacircolo@gmail.com

http://legambientecittafutura.wordpress.com

http://www.facebook.com/circolocittafutura.legambiente

Cerealia 2016: dedicata al Marocco. Evento a Minimo Impatto

cerealia 2016

Riceviamo e pubblichiamo con estremo piacere il comunicato 2016 di Cerealia.

“CEREALIA. LA FESTA DEI CEREALI. CERERE E IL MEDITERRANEO”

Dal 9 al 12 giugno  la VI edizione dedicata al Regno del Marocco

Tema di quest’anno: “I Cereali: da cibo dei popoli a condivisione della tavola” 

 

Roma, Albano Laziale, Ariccia, Rieti, Tarquinia, Vibo Valentia e poi Milano e Venezia.

Convegni, spettacoli, degustazioni, laboratori, visite guidate e molto altro ancora per “Cerealia. La festa dei cereali. Cerere e il mediterraneo”, il festival multiculturale in programma dal 9 al 12 giugno, giunto alla sua sesta edizione. Tema di quest’anno, dedicato al Regno del Marocco,

I cereali: da cibo dei popoli a condivisione della tavola

 

Promosso dalle associazioni culturali M.Th.I., Archeoclub d’Italia di Roma, Aisu verso Itaca, con il patrocinio dell’Ambasciata del Regno del Marocco e, tra gli altri, il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e la Regione Lazio, il festival Cerealia cerca, come è tradizione, di portare il suo contributo all’interscambio culturale tra i paesi del Mediterraneo focalizzando l’attenzione su alimentazione, ambiente, economia e sociale, nel variegato contesto che da sempre caratterizza il mondo dei cereali.

 

A fare da filo conduttore il cibo per eccellenza, il pane, quale alimento centrale sulla mensa di tutti i popoli, analizzato, raccontato e celebrato nella sua dimensione antropologica attraverso i secoli, a partire dal panis Pompeii consumato dagli antichi romani, fino al Pane della Misericordia proposto dai fornai romani (aderenti alla CNA) in occasione del Giubileo.

 

Cuore della manifestazione, che conferma la struttura di festival diffuso, l’intera città di Roma.  Ad ospitare gli eventi: la Biblioteca Comunale Collina della Pace alla borgata Finocchio, la Società Geografica Italiana, l’Auditorium di Mecenate, il Mercato Contadino di Campagna Amica al Circo Massimo, la Domus Romana, il Mercato Contadino di Capannelle, il RestArt. A comporre il programma delle quattro giornate una fitta e articolata rete di iniziative con momenti culturali di approfondimento sul Marocco che daranno la possibilità al pubblico di conoscere gli aspetti e le anime di questo grande paese, grazie anche al contributo della comunità marocchina di Roma e dall’artista Aziza Essalek. In scaletta non solo conferenze, performance di danza e musica, reading di poesie, proiezioni di documentari e mostre d’arte, ma anche ricostruzioni della vita quotidiana con particolare attenzione al cibo, alle tradizioni contadine e al mondo femminile.

 

Di grande rilevanza, per il particolare valore simbolico, la cerimonia inaugurale del 9 giugno alla Società Geografica Italiana, così come il seminario promosso il 10 giugno dalla FIDAF – Federazione Italiana Dottori in Agraria e Forestali – valido al fine dei crediti formativi,  dove sarà affrontato il tema dell’agricoltura sostenibile e il futuro della produzione di cibo verso la sfida del 2050. Al centro del dibattito la nuova ruralità e il ruolo dell’agricoltura quale strumento per facilitare progetti locali di sviluppo e occupazione nelle società disposte a conciliare solidarietà, creatività e competitività. Esempio per tutte, nel Lazio, “l’agricoltura eroica” messa in atto nel frusinate dalla rete di economia solidale Res Ciociaria, con il proposito di cooperare nel riscatto delle campagne che hanno condiviso una marginalità sociale ed economica rispetto al dinamismo delle aree industriali.

 

Tra gli appuntamenti anche la premiazione della prima edizione del Certame Prenestino, competizione promossa dall’ITA “Emilio Sereni” di Roma e riservata agli studenti degli Istituti Agrari Italiani, gemellata con il Festival Europeo Via Francigena,

All’Auditorium di Mecenate si potrà invece assistere alla conferenza sul Patrimonio culturale del Marocco, mentre  la Domus Romana  sarà la suggestiva ambientazione di Casa Marocco con presentazioni di libri, laboratori del gusto, proiezioni di video e dibattiti sul cibo identitario. Non meno importanti  anche gli incontri, domenica 12 giugno, ai Mercati Contadini di Campagna Amica al Circo Massimo e di Capannelle dove si terranno, rispettivamente, la presentazione dell’opuscolo su Latavola dei Papi (a cura di Cinzia dal Maso e Annalisa Venditti) e i laboratori di cucina con Umberto Di Pietro e Anna Possenti.

 

Diversi e interessanti saranno poi gli appuntamenti che si svolgeranno, in contemporanea, nel Lazio e d’Italia. A Rieti, per la prima volta,  si potranno visitare i campi sperimentali di frumento del Centro Appenninico Carlo Jucci, in cui sono in corso di coltivazione le prove di confronto varietale della rete nazionale. Tra le iniziative  promosse e organizzate dalla Camera di Commercio di Rieti, con l’ausilio di diverse istituzioni pubbliche e private del territorio provinciale, dal 9 al 13 giugno, anche l’apertura della Regia Stazione di Granicoltura di Nazareno Strampelli e un convegno sulle prospettive della produzione del grano.

Tarquinia proporrà visite guidate al Museo Nazionale Tarquiniense e alle prove varietali di grano duro presenti sui terreni dell’Arsial e dell’Università Agraria. Le attività saranno curate da una rete di soggetti coordinati dall’associazione La Lestra, secondo il modello di network di programmazione di Cerealia.

Si deve poi alla Condotta Slow Food Albano e Ariccia e all’associazione Mercato Contadino Castelli Romani l’organizzazione delle iniziative in programma ad Ariccia e Albano Laziale, mentre l’Archeoclub d’Italia di Vibo Valentia cura le attività in Calabria.

Nuovi appuntamenti si terranno poi in autunno, tra settembre e ottobre, quando Cerealia ritornerà con iniziative a Milano, Perugia, Veneto e Sicilia.

 

In calendario oltre quaranta eventi, per i quali non si possono non ringraziare i partner tecnici e organizzativi, le istituzioni patrocinanti e gli sponsor, che anche quest’anno hanno creduto nell’importanza di un festival così ambizioso.

Il programma dettagliato è disponibile sul sito della manifestazione: www.cerealialudi.org

Anche quest’anno Cerealia sarà a Minimo Impatto🙂

 

Conto alla rovescia per Giornalisti nell’Erba 2016

giornalisti erba

Conto alla rovescia per Giornalisti nell’Erba 2016.

Di cosa si sta parlando? Di ambiente. Veramente. E lo facciamo con bambini e giovanissimi provenienti da tutta Italia, con i ricercatori di Enea, con biologi, fisici, geologi, con i giornalisti e persino con i velisti e con gli chef, con i tantissimi relatori che si sono resi disponibili e con il sostegno di aziende, amici e gente comune che ha donato anche solo 1 euro perché tutto questo fosse possibile. Un sostegno che per primo arriva dalla stessa TIM, sulla cui piattaforma di crowdfunding WithYouWeDo sta avvenendo la raccolta. Il 27 maggio arriva a Frascati la decima edizione della Giornata Nazionale di Giornalisti Nell’Erba, il premio di giornalismo ambientale per 3-29enni e progetto di divulgazione dei temi della sostenibilità e contrasto al cambiamento climatico. Lo facciamo “con mezzi ‘smart’ anticipando i colleghi delle grandi testate” come ha ricordato Sergio Ferraris, direttore di QualEnergia e delegato per la Qualità dell’Informazione scientifica e per l’Innovazione dell’Informazione di FIMA.Ma tutto questo non è solo per ragazzi, è fatto da loro: sono loro a spiegare ai compagni e al grande pubblico. Come Rachele, di 12 anni, che da Cagliari viene a spiegare con un esperimento cosa accade alla natura e ai monumenti con le piogge acide. Come i piccoli della primaria Don Milani di Monte Porzio Catone che mettono in scena una loro opera sullo scioglimento dei ghiacciai. Oppure tutti i vincitori di gNeExpo dello scorso anno, ora collaboratori della testata e moderatori di tanti panel.

Una giornata intera, dalle 9.30 alle 20.30, con oltre 40 eventi tutti gratuiti per bambini, ragazzi e adulti in cui divertirsi e capirci di più. Oltre alle premiazioni dei vincitori del premio di giornalismo ambientale (in mattinata alle Scuderie Aldobrandini), il cui tema quest’anno è WarmWorldWar.climatechange, ci saranno incontri con scrittori, giornalisti e scienziati per spiegare concetti complicati in modo semplice e diretto, grazie ai workshop organizzati per i più grandi e tantissimi giochi divertenti per tutte le età. Inoltre si terranno tre corsi accreditati Odg, uno dei quali realizzato in collaborazione con Coripet e Assorimap, per un totale di 10 cfp. Agli eventi saranno presenti, tra gli altri, Chef Rubio, la mattina, con “Incredili brodi… da riciclo” e Vittorio Lattanzi, Alfonso Biondi e Eddie Settembrini della redazione di Lercio.it, che la sera terranno una lectio magistralis su bufale e satire.

Immagine_GNE2016Per tutto il giorno, inoltre, nella piazza del Mercato ci sarà l’iniziativa di “Non sono rifiuti”, cioè un corner in cui vendere la propria spazzatura. Proprio così, perché con questo progetto gli oggetti usati vengono comprati e valutati a peso, prima di diventare rifiuti, per essere riciclati correttamente. Il ricavato della giornata di raccolta sarà interamente devoluto a Giornalisti nell’erba.

Frascati, borgo storico dei Castelli romani, ha fortemente voluto il “ritorno a casa” del progetto Giornalisti Nell’erba per questo importante anniversario, mettendo a disposizione tutto il centro storico con le sue piazzette, la Sala degli Specchi e le Scuderie Aldobrandini, le splendide Mura dette “del Valadier” con tutte le sale recentemente restaurate, il SaperMercato, mercato coperto allestito con arredamenti di cartone in occasione della passata Notte Europea dei Ricercatori e destinato ora ad eventi culturali e scientifici. GNE2016, sarà infatti uno degli eventi che anticipano la Notte Europea dei Ricercatori 2016, e si avvale anche della preziosa  collaborazione con il polo scientifico più grande d’Europa, rappresentato da FrascatiScienza. “Ospitare la giornata finale del premio nazionale di giornalismo ambientale qui a Frascati è un onore, un fiore all’occhiello per la nostra città che per un giorno diventa il centro di questa magnifica esperienza che è Giornalisti Nell’erba” dichiara Alessandro Spalletta, sindaco di Frascati. “Una realtà che nel corso degli anni è diventata sempre più importante sui temi della sensibilizzazione ambientale”.

Nel ricco programma gli argomenti sono moltissimi, dalla cura degli animali ai pesci-robot, dai super conduttori ai cambiamenti climatici, dalla presentazione di libri alle olimpiadi di sostenibilità, il tutto spiegato con il linguaggio semplice e universale dei GNE.

Infine, un’occasione da non perdere: vincere una Ricicletta®. Grazie al contest social della giornata tutti i partecipanti a gNe2016 potranno, se lo vorranno, produrre racconti fotografici e pubblicarli su Facebook, Twitter e Intagram, ricordando di inserire SEMPRE gli hashtag #GNE2016 e #RICICLOSTORY. Il vincitore, decretato dalla giuria composta da Marta Facchini, fotogiornalista, e Letizia Palmisano, giornalista ambientale, avrà la possibilità di vincere questa inedita Ricicletta: la speciale bicicletta prodotta con 800 lattine che CiAl, consorzio nazionale per il recupero e il riciclo dell’alluminio, mette in palio. Questa ricicletta inoltre non è in vendita, quindi potrebbe essere l’unica occasione per averla.

[COMUNICATO STAMPA IL REFUSO / GIORNALISTI NELL’ERBA]

Bollywood Party a Minimo Impatto!

bollywood party a minimo impatto

VENERDI’ 20 MAGGIO 2016 ore 20 all’EX DOGANA

BOLLYWOOD PARTY 7° Edizione
Presenta Enrico FONTANA (giornalista, segreteria nazionale Legambiente)
Madrina della serata: Margherita BUY

Una serata straordinaria di festa e solidarietà con AMBILI ABRAHAM con il corpo di ballo BOLLYMASALA DANCE GROUP. Sarà un evento a Minimo Impatto.

Spettacolo con cena indiana a buffet (acqua e vino inclusi) servita dal ristorante IL GURU Offerta minima 20 euro

I contributi raccolti saranno devoluti alla Mother & Child Italia per la Casa di accoglienza di ragazze madri e bambini orfani in Kerala

Per info e prenotazioni: 347 9301452 / 347 3601355
bollywoodpartyroma@gmail.com

Prevendita biglietti:
Ristorante Guru – Via Cimarra 4, Roma (dalle 17.00 alle 24.00)
Guru Spezie – Via la Marmora 15 – Roma (dalle 9.00 alle 19.00)
Disponibilità fino ad esaurimento dei posti. E’ gradita la prenotazione.
EX DOGANA Via dello Scalo di San Lorenzo 10 – Roma (Parcheggio interno)

Per dettagli => https://www.facebook.com/events/1402038723428738/ 

bollywood party

Tutti i segreti del takeaway ecosostenibile

I take away e i fast food possono essere a Minimo Impatto!

 

Che siano pizza, hamburger, gelati o sushi, ogni cibo da asporto ha i suoi contenitori dedicati. Quelli di Minimo Impatto hanno in comune l’essere tutti ecosostenibili. Contenitori, vaschette, ciotole, scatole, carte alimentari e tanto altro per tutte le esigenze.

Ogni anno sono sempre di più i take away che scelgono prodotti ecosostenibili per il proprio cibo. Il trend è in continua crescita. Ogni prodotto necessita del suo contenitore: dal portapizza ai fritti. Si passa poi ai contenitori da hamburger, panini, i utilizzatissimi anche come porta pranzo o i porta tramezzini. Per le insalate e i cibi freddi è molto indicata questa tipologia. Per il sushi vi è poi una linea apposita.

Non poteva mancare poi la linea per i gelati e frullati…

Ad ognuno il suo contenitore take away. Ovviamente a Minimo Impatto…

Diciamo NO al Glifosato

agricoltura chimica

Tra pochi giorni l’Europa si esprimerà sul rinnovo dell’utilizzo del Glifosato. Noi diciamo NO!
Cliccate qui per firmare la petizione:  https://secure.avaaz.org/it/monsanto_dont_silence_science_loc_eu/?pv=180&rc=fb

Al Commissario UE per la Salute Vytenis Andriukaitis, alle autorità di USA, Canada e Brasile, e a tutti i ministri e i responsabili delle politiche per la salute e l’ambiente:

Siamo cittadini di tutto il mondo preoccupati dal fatto che il glifosato sia stato dichiarato “probabilmente cancerogeno per gli esseri umani”. Vi chiediamo di esercitare il principio di precauzione e sospendere immediatamente l’approvazione dell’uso del glifosato, presente in diserbanti come il RoundUp della Monsanto. Vi chiediamo di includere la ricerca della IARC nel processo di valutazione della sicurezza di tale sostanza, e di garantire la massima trasparenza di ogni controllo, l’uso di studi indipendenti e che gli stessi siano valutati da ricercatori indipendenti e liberi da conflitti di interessi. Finché non sarà dimostrato che il glifosato è sicuro, è vostro dovere garantire che le persone non siano esposte ad esso.

Obiettivo Terra, al via la VII Edizione

terra

Dal 10 gennaio fino al 21 marzo sarà possibile partecipare al concorso fotografico sui Parchi italiani e vincere mille euro

Il Concorso e l’Earth Day. La Fondazione UniVerde e la Società Geografica Italiana Onlus indicono la 7ª edizione del concorso fotografico nazionale di fotografia geografico – ambientale “Obiettivo Terra”, in occasione della Giornata Mondiale della Terra indetta dall’ONU nel 1970 e celebrata ogni 22 aprile. Il concorso, nato per la valorizzazione del patrimonio ambientale e delle singolarità contenute nei parchi nazionali e regionali italiani, è anche un’occasione per sostenere le attività delle aree protette, la promozione del turismo sostenibile e responsabile nonché la conservazione delle locali tradizioni agricole, artigianali, storico-culturali e di tutela ambientale.

Il Contest. È aperto a tutti quelli che invieranno la propria immagine dal 10 gennaio al 21 marzo 2016. La partecipazione è totalmente gratuita, basterà registrarsi sul portalewww.obiettivoterra.eu/ o sui siti www.fondazioneuniverde.it, www.societageografica.it e caricare la propria fotografia. Al vincitore sarà assegnato un premio di € 1.000 (euro mille) e gli sarà donata una targa premio dalla Fondazione UniVerde e dalla Società Geografica Italiana. La foto vincitrice sarà esposta su una maxi-affissione a Roma. Il riconoscimento sarà consegnato durante la cerimonia di premiazione che si svolgerà a Roma il 22 aprile 2016.

Menzioni speciali. Tra le foto pervenute saranno selezionate le vincitrici delle menzioni speciali per ognuna delle seguenti categorie: Alberi e foreste; Animali; Area costiera; Fiumi e laghi; Paesaggio agricolo e Turismo sostenibile. Inoltre, per l’anno 2016 sono state istituite le menzioni speciali: FAO – Legumi dai parchi (2016 Anno Internazionale ONU – FAO dei legumi); Madre Terra (2016 Anno Europeo della lotta alle violenze contro le donne) che sarà attribuita alla foto più bella scattata da una donna; ONU – Accordo di Parigi, per celebrare la cerimonia ufficiale di firma dell’accordo della COP21, che sarà conferita alla foto più bella scattata da uno straniero residente in Italia; Giubileo e via Francigena che sarà assegnata alla migliore foto scattata nei parchi percorsi dalla via Francigena. E’ inoltre prevista una menzione speciale fuori concorso per la migliore foto subacquea scattata in un’Area Marina Protetta italiana, in collaborazione con Marevivo.

I dati della scorsa edizione. 900 foto ricevute, i parchi regionali sono stati i più fotografati con un aumento di circa il 7% rispetto alla precedente edizione. I parchi nazionali più rappresentati sono stati: il Parco dei Monti Sibillini; il Parco Nazionale dello Stelvio, il Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise e il Parco Nazionale Alta Murgia. Tra quelli regionali: il Parco del Delta del Po, il Parco Regionale dell’Appia Antica e il Parco dell’Etna.

 

FONTE: UNIVERDE